Le migliori tisane per depurare l’organismo

tisane per la dieta

In una dieta sana ed equilibrata bisogna bere tanto. Questa è una delle prime regole che un qualsiasi dietologo o nutrizionista dà a ogni paziente. Oltre all’acqua è possibile bere le tisane, in particolare in certi tipi di diete, sono importanti le tisane depurative per ‘organismo.
Per dieta non si intende solo un regime ipocalorico, ma in generale le regole che ciascuno segue nella propria alimentazione.
Proprio per questo ciascuno può aggiungere alle proprie abitudini alimentari l’assunzione di tisane depurative, che possono essere utili in particolare in certi periodi dell’anno o per raggiungere alcuni obiettivi. Si illustrano alcuni consigli della Dottoressa Paola dietologa di Verona sui benefici e proprietà di alcune tisane per dupare l’organismo.

Durante il cambio di stagione, per esempio in primavera, le tisane depurative sono molto utili per ritrovare la forma in vista dell’estate, ma anche per alleviare i problemi dovuti a infiammazioni e allergie.
Ovviamente le tisane non possono sostituire le cure prescritte dal medico, ma possono essere un buon alleato per alleviare i bisturbi o per ritrovare il benessere generale dell’organismo.
Se si sta seguendo una dieta ipocalorica, ovviamente, bisogna bere le tisane senza zucchero.
Una tisana molto utile in primavera è quella al ribes rosso e melissa, perfetta per chi è allergico al polline, perché permette di alleviare i disturbi delle allergie e di godere, quindi, della bellezza della primavera.
Per preparara bisogna unire in un contenitore: 50 gr di piantaggine + 50 gr di ribes nero (foglie) + 50 gr di melissa. In seguito, in una tazza di acqua bollente, bisogna aggiungere 2 cucchiai della miscela e lasciare in infusione per 10 minuti. Se lo si desidera è possibile dolcificare con un cucchiaio di miele.
Berne 3 tazze al giorno per tutto il periodo del polline darà sicuro sollievo.

Si sente spesso parlare di cambio di stagione e di tutti i disturbi che questo può portare al nostro organismo. In Cina questi periodi di transizione sono chiamati “quinta stagione” e, per alleviare il malessere che  può portare, ci si può far aiutare da una tisana.
Gli ingredienti sono: 50 gr di dente di leone + 50 gr di rosmarino. Bisogna versare un cucchiaio di questa miscela in 25 cl ti acqua bollente e lasciar riposare per 10 minuti. In seguito è necessario filtrare. A questo punto si devono aggiungere mezzo cucchiaio di miele e un goccia di olio essenziale di levistico.
Per godere dei benefici di questa tisana bisogna berne tre tazze al giorno per 15 giorni a cavallo del cambio di stagione.
Capitano, inoltre, dei momenti in cui ci si sente malinconici e giù di morale, senza avere un motivo reale apparente. In questo caso si consiglia di bere un litro al giorno, per venti giorni, di una tisana alla genziana, che si prepara versando un cucchiaio di genziana in una bottiglia di acqua a temperatura ambiente. Dopo aver fatto riposare il composto per dodici ore, bisogna filtrarlo, aggiungere mezzo cucchiaino di miele per addolcire il sapore aspro della genziana e 1 goccia di olio essenziale di angelica e berlo freddo o tiepido. Questa tisana non è adatta per chi soffre di gastrite o acidità di stomaco.
Per chi soffre di aerofagia o per chi mangia, qualche volta di fretta, la tisana perfetta è quella con i semi di anice verde. Bisogna versare un cucchiaio di semi di anice  in 25 cl di acqua fredda, portarla a ebolizione e lasciar bollire per tre minuti; in seguito spegnere e lasciar riposare per cinque minuti.
Questi sono solo alcuni esempi di tisane che si possono preparare comodamente a casa, in pochi minuti, e che possono alleviare disturbi fastidiosi e malesseri.

Jogging, elisir di lunga vita: come iniziare a correre senza stress

Correre fa bene. Lo dice il corpo, lo dice la mente. Da anni, gli esperti non fanno che elencare tutti i benefici del jogging, elevando questa attività ad una sorta di elisir di lunga vita. E non a torto, perché numerosi studi scientifici hanno dimostrato quanto sia efficace per prevenire malattie, mantenere il fisico in perfetto stato e aumentare le aspettative di vita.


Foto da fitness.pazienti.it

In particolare, correre aiuta:

  • il cuore, abbassando la pressione e curando diverse malattie cardiovascolari
  • il peso forma, perché previene l’obesità supportando regimi alimentari ipocalorici
  • la mente: è antistress e migliora la concentrazione
  • la resistenza del corpo e delle articolazioni, in particolare caviglie e ginocchia (a patto che si usino scarpe adeguate)
  • a rinforzare le ossa
  • a rendere più efficiente il metabolismo e allontanare disturbi gastro intestinali
  • a dormire meglio: l’attività fisica in generale eleva la qualità del sonno.

Molti preferiscono ritagliarsi un po’ di tempo – la mattina o dopo l’orario di ufficio -, allacciarsi le scarpe e scendere per una sgambata al parco più vicino, piuttosto che sconfiggere la pigrizia cronica pagando un abbonamento in palestra o in piscina. Non serve prenderla troppo sul serio e cercare di raggiungere livelli da maratoneta professionista: è sufficiente sgambettare un paio d’ore alla settimana ad un ritmo lento per iniziare a sentire i benefici. Basta poco, ma quel poco va fatto in modo corretto.

Come tutti gli sport, anche il jogging, sollecitando il fisico, può causare infortuni, se praticato in modo improprio. Se stai pensando di iniziare a correre, e vuoi farlo in modo sicuro e piacevole, è utile che prenda nota di alcuni accorgimenti. Eccoli:

  • inizia gradualmente, con un percorso limitato e una velocità moderata: non strafare, molto meglio tenere un ritmo regolare
  • investi in abbigliamento adatto e scarpe comode, per sentirti bene mentre corri e non incorrere in infortuni, fastidi o patologie (come tendiniti e piedi piatti) che una volta croniche potrebbero comportare il ricorso alla chirurgia del piede
  • fai della corsa un’abitudine; le prima volte sarà un ‘dovere’ ma col tempo diventerà un piacere ed un rilassante rifugio dallo stress
  • ogni tanto cambia percorso, per non annoiarti e rinnovare la motivazione
  • varia gli orari, se possibile, per capire quando hai più energia
  • ascolta musica, per scandire il ritmo dei passi e correre in rilassatezza
  • non cronometrarti: non stai gareggiando con nessuno, nemmeno con te stesso
  • fai stretching prima e dopo, per scaldare e rilassare i muscoli.

Italiani sempre più inclini al turismo dentale in Croazia

Sempre di più sono gli italiani che vanno all’estero per curare determinati aspetti della propria salute: un ottimo esempio sono coloro che scelgono i dentisti in Croazia come figure professionali di fiducia.

Da cosa nasce questo fenomeno sempre più diffuso

Dal 2000 in poi, grazie all’introduzione della moneta unica in gran parte dei paesi europei, è stato possibile per gli italiani rivolgersi a figure professionali anche fuori dal proprio paese. La figura del dentista è una di quelle più ricercate all’estero da parte degli italiani: la Croazia si sta affermando ormai già da diversi anni come una meta ideale per chi vuole cure dentali di primo livello. Infatti proprio gli odontoiatri in Croazia garantiscono un’assistenza di qualità per coloro che ne abbiano bisogno. Anche perché è necessario tenere presente che in Italia il costo delle cure dei denti sta lievitando sempre più nel corso degli ultimi anni. Ecco perché sono tanti coloro che scelgono di affidarsi a cliniche dentali in Croazia che, oltre ad un notevole risparmio, garantiscono anche un risultato del tutto soddisfacente. Il turismo dentale in Croazia è perciò un fenomeno sempre più in via di espansione per svariati motivi e anche perchè le possibilità non mancano: ci sono tanti dentisti in Croazia a cui potersi affidare e da cui avere un’assistenza completa.

I numeri parlano chiaro: dentisti in Croazia molto richiesti

Per capire l’imponenza di questo fenomeno che spinge sempre più italiani ad andare all’estero per curare i propri denti ci sono dei numeri forniti direttamente dall’ISTAT. Sono addirittura tra i 20 e i 30mila gli italiani che ogni anno si recano in Croazia per avere un’assistenza dentale. Questo dato dimostra come le cliniche dentali in Croazia forniscano un’assistenza completa e che evidentemente soddisfa molto gli italiani. Le persone che preferiscono gli odontoiatri in Croazia vengono per lo più dalle regioni settentrionali, col Trentino al primo posto. Numeri che tendono a scendere man mano che si scende verso il meridione. I dentisti in Croazia sono di grande successo tra italiani con un livello scolastico più alto: secondo le statistiche rilevate dall’ISTAT, gran parte degli italiani che si reca in Croazia ha una laurea. Questo dimostra che si vuole avere un’assistenza da parte di cliniche dentali in Croazia dove curare in modo eccellente la propria dentatura.

Odontoiatri in Croazia: quali vantaggi ci sono?

Se tanti italiani scelgono i dentisti in Croazia i motivi non sono certo casuali. Bisogna infatti considerare un aspetto di non scarsa rilevanza come quello economico: in cliniche dentali in Croazia si può avere una completa assistenza per la cura dei propri denti a prezzi convenienti. Prezzi che saranno sicuramente più bassi rispetto all’Italia dove il caro vita è decisamente maggiore. Questo spiega perché tanti italiani cercano odontoiatri in Croazia che hanno il giusto livello di formazione. Infatti pagare di meno rispetto all’Italia non vuol dire avere un servizio poco soddisfacente. Anzi, queste figure professionali si aggiornano continuamente per mettere a disposizione dei clienti le tecniche più all’avanguardia. I dentisti in Croazia avranno anche uno stipendio minore rispetto a quello degli italiani. E ciò spiega il motivo per cui il costo delle cure presso odontoiatri in Croazia è decisamente minore. Un vantaggio notevole è quello legato anche alla capacità di sfruttare tecniche moderne e strumentazioni innovative all’interno delle cliniche dentali in Croazia. Dunque un rapporto qualità-prezzo elevato e conveniente per tutti quegli italiani che scelgono di affidare la cura dei propri denti ai dentisti in Croazia.

La piastra per capelli

piastra ceramica

Un accessorio indispensabile di bellezza
La piastra per capelli è un accessorio indispensabile per il proprio look, sia per una donna che per uomo.
Lo styling oggi è fondamentale per le donne che vogliono una chioma sempre in ordine e per gli uomini che scelgono un taglio con ciuffo da modellare a proprio piacimento e con una piega che abbia una tenuta durevole.
La scelta della piastra per capelli deve allora rispettare alcuni criteri, per acquistare un oggetto di qualità, che duri nel tempo e soprattutto che preservi quanto più possibile la salute dei capelli.
In commercio esistono innumerevoli modelli con le caratteristiche più diverse, ma l’attenzione in questo caso sarà posta sulla piastra in ceramica a favore di una piega impeccabile come quella professionale. Continua a leggere

Integratori per la memoria, un aiuto per il miglioramento delle funzioni cognitive e della concentrazione

La memoria: cos’è e come funziona

La memoria è la funzionalità mentale che permette di conservare informazioni di cose, fatti e concetti visti, vissuti, sentiti o letti. Un meccanismo molto sofisticato e delicato del cervello, collegato a tutti e cinque i sensi e a tutte le aree cerebrali. Rientra nelle cosiddette funzioni cognitive ed è una situazione di interesse neurologico, psichiatrico e psicologico. Una buona memoria è sicuramente merito della genetica, principalmente, ma è anche una caratteristica che può essere allenata e migliorata così come, in determinate circostanze, può deteriorarsi. Integratori naturali per una mente sveglia e un corpo sanoUna memoria efficente prevede il corretto funzionamento delle connessioni dei neurotrasmettitori e quindi necessita di un organismo in buona salute e in equilibrio. Importante, ai fini della conservazione della memoria, la salute dell’apparato cardiocircolatorio che irrori correttamente il cervello, una buona ossigenazione e uno stato psicofisico sano e senza stress che promuova la capacità di concentrazione e la tolleranza ai fattori di distrazione, coadiuvanti fondamentali di una memoria scattante ed efficente. Condizione ottenibile instaurando un corretto stile di vita, prediligendo cibi ricchi di nutrienti e assumendo degli integratori per la memoria. Importante anche controllare periodicamente la buona funzionalità di vista ed udito, i due sensi che principalmente influenzano le capacità mnemoniche. Continua a leggere

Kilocal Brucia Grassi funziona? Consigli e opinioni

Kilocal Brucia Grassi: tutto quello che c’è da sapere

Kilocal Brucia Grassi opinioni

 

 

Kilocal Brucia Grassi è un integratore alimentare, impiegato come coadiuvante nelle diete ipocaloriche per favorire il calo ponderale.

I prodotti conosciuti come integratori dimagranti formano una categoria vastissima e abbondantemente reclamizzata, fin troppo per il consumatore, che fatica a comprendere quando vale davvero la pena usarli e su quale prodotto orientarsi.
Kilocal Brucia Grassi, per esempio, funziona? Si sa che è un integratore presente sul mercato da vari anni, oltre che uno dei più noti della sua categoria, ma questo basta a provare la sua efficacia? Ed esistono effetti collaterali?
Vediamo di rispondere a tutte le domande sul suo utilizzo. Continua a leggere

Come combattere i disturbi d’ansia

L’ansia rappresenta un’emozione negativa, caratterizzata da forti sensazioni di tensione, minaccia e preoccupazione. Può trasformarsi in un vero e proprio disturbo, qualora divenga eccessiva e persistente. In questi casi è necessario intervenire, affidandosi ad un professionista che sappia come aiutare il soggetto a superare questa tipologia di disturbo, molto spesso invalidante nelle normali situazioni da affrontare quotidianamente. Diversi disturbi d’ansia si sviluppano in età infantile e tendono a persistere se non vengono trattati adeguatamente. In genere sono le donne a soffrirne maggiormente, con un numero doppio rispetto ai soggetti maschili colpiti dalla medesima problematica. Non sempre comunque è facile diagnosticare uno disturbo dovuto all’ansia: in genere i suoi sintomi non sono attribuibili a farmaci oppure non sono meglio spiegati da un altro disturbo mentale.

Può succedere che siano collegati anche a dei cambiamenti di tipo fisico, come eccessiva sudorazione, o aumento del battito cardiaco. Sono sempre legati a preoccupazioni portate all’estremo, a volte anche senza alcuna ragione. Esistono diversi livelli di ansia, considerati anche in modo clinico: al grado più alto il soggetto può arrivare a soffrire di veri e propri attacchi di panico, con paura incontrollata di “impazzire” o addirittura di morire. Più in generale, la sintomatologia ansiosa, comprende palpitazioni, cardiopalma o tachicardia, sudorazione, tremori, scosse, dispnea o sensazione di soffocamento, sensazione di asfissia, dolore o fastidio al petto, nausea o disturbi addominali, sensazioni di vertigine e di instabilità, svenimento, brividi o vampate di calore, parestesie, derealizzazione o depersonalizzazione.

Il parere di un professionista

Per potersi orientare sul miglior percorso di terapia contro l’ansia, è bene affidarsi a personale esperto e qualificato. Un’ottima scelta per chi sia alla ricerca di uno psicoterapeuta a Torino, è la Dott.ssa Silvia Parisi, con la sua comprovata esperienza in diversi ambiti di terapie psicologiche. Come si può leggere nel portale www.parisipsicologatorino.com, la dottoressa è in grado di affrontare con i suoi pazienti le principali tipologie di disturbo, quali ansia, insonnia, depressione, attacchi di panico, disturbi alimentari, disturbi sessuali, stress, dipendenze, disturbi dell’umore, disturbi ossessivo-compulsivi ed altro ancora. Grazie alla sua preparazione come psicologa, psicoterapeuta e sessuologa, può esercitare consulenze psicologiche individuali, di coppia e di famiglia, garantendo il giusto sostegno ed una guida affidabile e qualificata. Per tutti i casi di ansia, in particolare, il paziente può recarsi con fiducia nello studio della psicoterapeuta a Torino e concordare insieme un programma da seguire per affrontare al meglio la problematica, cercando di centrare sin da subito le cause del disagio. Nei disturbi d’ansia, è tipico il cosiddetto “evitamento”, che ostacola la risoluzione del disturbo impedendo la possibilità di un rinforzo positivo: è necessario pertanto intervenire in modo specifico su ciascun paziente, con un percorso che lo accompagni passo dopo passo nel superamento delle sue barriere, attraverso una crescita personale che possa apportare i benefici necessari alla risoluzione del disturbo.

Vita di coppia: problemi e soluzioni grazie all’aiuto di uno psicologo a Milano

I problemi relazionali in una coppia

Perché una coppia che funziona ad un certo punto entra in crisi? Ci possono essere cause che nascono e si sviluppano all’interno della coppia o cause che si abbattono sulla coppia dall’esterno. Le coppie possono entrare in crisi quando viene a mancare la fiducia reciproca, il desiderio di condividere gioie e speranze, ma anche paure e preoccupazioni col proprio partner. La crisi si fa strada nel rapporto a due anche quando il rapporto è sbilanciato e uno dei due partner si trova a dare risorse senza riceverne.

Per quanto riguarda i fattori esterni, molti avranno visto come sia difficile per una coppia superare indenni situazioni drammatiche, come quando sono colpite da lutti, dalla perdita del lavoro o da un drastico cambiamento di lavoro, di casa o di situazione abitativa, come ad esempio quando si decide di andare a convivere. Un altro momento cruciale è il periodo di assestamento che segue la gravidanza e il parto, quando arriva in casa un bambino o una bambina a stravolgere un equilibrio già molto impegnativo da mantenere. Molte coppie che sono entrate in crisi sono riuscite a ritrovare il modo di comunicare e di recuperare amore, fiducia e passione rivolgendosi ad uno psicologo a Milano. Spesso, oltre al lato affettivo e umano della relazione di coppia, anche l’intimità e l’ampia sfera della sessualità sono spesso compromesse quando si entra in crisi.

Sessualità: come superare la crisi di coppie nell’intimità

L’intimità e l’erotismo sono la parte centrale di una coppia, il momento che distingue una relazione di coppia da tutte le altre relazioni amicali. Quando una coppia entra in crisi, l’intimità spesso ne risente. A volte diventa l’unico terreno di incontro della coppia, lasciando inaridire il resto del rapporto fra due persone che smettono di condividere esperienze, speranze e progetti. Altre volte è proprio nell’intimità che si possono vedere precocemente i segni di qualcosa che si sta danneggiando nel rapporto. Il non provare più desiderio sessuale per il partner, la perdita dell’attrazione fisica o sensazioni negative durante le attività sessuali sono tutti sintomi di un problema sessuale che colpisce la coppia, qualunque sia la sua origine.

Consultare uno psicologo a Milano per mettere a fuoco l’origine di un problema nella sfera sessuale è il primo passo per risolverlo e per tornare ad essere una coppia affiatata in ogni momento della vita insieme. Per chi sta meditando se richiedere una consulenza professionale qualificata, può essere utile consultare il sito www.studio-santini.it, che offre una panoramica sulle principali situazioni di disagio psicologico, singolo o di coppia: in questo modo si può avere un primo approccio con il possibile percorso da intraprendere se si vuole tornare a vivere serenamente e con gioia la propria vita di coppia.

Perché bisogna fare attenzione al colesterolo alto

Chi si sottopone ad esami del sangue che rivelano un livello di colesterolo molto elevato potrebbe aver bisogno della consulenza di un nutrizionista a Milano sia per scoprire le origini di tale condizione che per individuare un rimedio. In genere, chi ha il colesterolo alto punta il dito contro le uova, che di conseguenza vengono subito bandite da qualsiasi dieta. In realtà, questa credenza deve essere presa con le pinze: le uova, insomma, possono essere scagionate dalla colpa che viene loro attribuita. Per capirne il motivo, può essere utile andare più in profondità alla scoperta del metabolismo del colesterolo e del suo funzionamento.

Quando si parla di colesterolo, si fa riferimento a una molecola lipidica che non è “cattiva” in assoluto, ma che – anzi – nell’organismo umano ricopre un ruolo ben preciso, dal momento che è precursore di diversi ormoni, tra i quali il cortisolo e gli ormoni sessuali. Non solo: il colesterolo fa parte anche delle membrane cellulari, e non a caso non viene assunto solo attraverso ciò che si mangia, ma viene prodotto in gran parte direttamente dall’organismo. A sintetizzarlo è il fegato: in seguito la molecola viene distribuita a tutti gli organi, eccezion fatta per il cervello (non perché il cervello non abbia bisogno di colesterolo, ma solo perché lo produce da solo).

Cosa succede se il livello di colesterolo è alto

Come può spiegare bene il dottor Garritano, nutrizionista a Milano ed esperto di dieta e alimentazione, mangiare le uova non determina un incremento del livello di colesterolo, ma semplicemente arresta la produzione interna di questa molecola. In effetti, è proprio la produzione di colesterolo da parte dell’organismo ad essere potenzialmente pericolosa: di sicuro, lo è di più rispetto al consumo di alimenti che si ritiene siano in grado di innalzare la quantità di colesterolo nel sangue. La produzione interna viene generata dall’acetil-coenzima A, una molecola che viene sintetizzata nel momento in cui si segue un regime alimentare non corretto, per esempio perché si mangia troppo. Insomma, tanto più si mangia quanto maggiore è la produzione di acetil-coenzima A, da cui deriva una produzione superiore di colesterolo.

Come si è detto, mangiando le uova la produzione di colesterolo interna viene bloccata, dal momento che questo alimento inibisce l’azione di un enzima, denominato HMG reduttasi, da cui dipende la sintesi interna della molecola. Insomma, se già arriva del colesterolo da ciò che si mangia, l’organismo capisce che non serve produrne altro internamente.

Ciò non toglie che gli alti livelli di colesterolo possano essere considerati pericolosi, anche perché sono associati a una maggiore probabilità di avere a che fare con una patologia cardiovascolare o comunque con problemi di cuore. In linea di massima, è corretto sostenere che il colesterolo alto in sé non fa danni, ma diventa pericoloso solo nel caso in cui sia abbinato a fattori di rischio come il diabete, il fumo, una condizione di obesità o un disturbo già presente come l’ipertensione.

La medicina alternativa: l’osteopatia

L’osteopatia rientra nel vasto panorama della medicina alternativa, e si tratta di un approccio terapeutico fondato sulla manipolazione, dunque sull’effetto che è possibile garantire all’organismo tramite la sola applicazione del tatto.
L’osteopatia segue come principio di fondo quello di considerare il corpo come un’unità, di conseguenza il benessere dipende tanto dai fattori psichici che da quelli fisici.
Prima di poter scegliere un osteopata a Verona è sempre bene considerare che l’osteopatia è una scienza molto interessante e in costante sviluppo e soprattutto molto dibattuta in ambito medico: l’applicazione delle tecniche osteopate sono in grado di garantire dei risultati molto interessanti se fatti in maniera scientifica da uno specialista.  Continua a leggere

1 2 3