Trucco biologico

Da un po’ di tempo a questa parte si sta sempre più espandendo la cultura del “biologico” proprio perché si è finalmente iniziato a prendere coscienza non solo della nostra importanza nel mondo, ma anche dell’importanza che l’ambiente ha e deve avere per offrirci il massimo dei benefici e per garantirci una piacevole convivenza.

L’Italia è arrivata un po’ in ritardo rispetto al resto d’Europa, ma anche qui adesso si sta sempre più espandendo la passione per il biologico che abbraccia diversi campi, partendo dal cibo fino a toccare niente poco di meno che i trucchi e le creme di bellezza. Come ogni cosa bisogna fare sempre attenzione al prodotto che si compra e, a prescindere dall’aspetto ideologico, occorre valutare sempre gli aspetti positivi e negativi di ogni cosa. Parlando di prodotti di bellezza e del make up bio, vogliamo qui esprimere un’opinione personale sui pregi e sui difetti che questi tipi di trucchi possono avere.

La prima nota positiva dei make up biologici è che rispettano l’ambiente e la nostra pelle e, proprio perché sono costituiti da elementi naturali, non aggrediscono e sono delicati persino con le pelli sensibili non causando allergie o ulteriori problemi davvero poco piacevoli. In più, dato che non sono fatti con prodotti chimici, sono eco-sostenibili in tutto e per tutto. Questo ci responsabilizza nel caso in cui decisiamo di voler trattare bene il mondo che ci circonda pur senza rinunciare alla nostra cura personale e alla bellezza, come i make-up Verona proposti da Maison22, un centro estetico molto qualificato situato a Verona Centro.

Come ogni cosa però anche i make up bio possono avere alcune note che potremmo definire un po’ negative. La prima cosa da ricordare è che purtroppo in Italia, proprio perché sono in commercio da poco tempo, possono avere dei prezzi un po’ alti. Per quanto si riconosca la validità del prodotto, si stenta a comprarli per colpa dei prezzi alti. Non vi è grande varietà di nuance. Avere a disposizione pochi colori, dato che ancora le aziende non investono su di essi o il loro budget non lo permette, porta a non sceglierli sempre e talvolta a non preferirli. Per le più esperte la scelta di un prodotto bio non può pretendere il water proof.

L’assenza positiva di siliconi  comporta una scarsa resistenza all’acqua che a sua volta porta a non sceglierli. Per queste ragioni, il mondo femminile si trova diviso tra i prodotti tradizionali e quelli bio. Ma una domanda sorge spontanea. Meglio la salute nostra e dell’ambiente o il possedere dieci colori differenti di ombretto?